Hot Spots Croazia San Martino (Martinsčica) – Isola di Cherso (Cres)

EnglishFrenchGermanPolishPortugueseRussianSpanish

L’isola di Cherso (Cres) si raggiunge, o dalla terra ferma da Brestova, o dall’isola di Veglia (Krk). Una volta sull’isola, proseguire dritti sino all’incrocio con San Martino, svoltare a destra sino al mare. Se si decide di raggiungere Cherso prendendo il traghetto da Brestova, mettere in preventivo che in caso di forte bora o venti da sud ovest, questo non parte causa il mare grosso. L’alternativa è, allora, raggiungere Cherso dall’isola di Veglia (Krk), collegata da un ponte alla terra ferma, prendendo il traghetto dalla cittadina di Valbiska. Qui, essendo molto più protetto, la spola del traghetto è quasi sempre garantita.

Il lungo mare di San Martino, è un arenile di sabbia e ciottoli, intervallati da moli in legno più o meno grandi. Il fondale è mediamente sui 8/15 metri, con grandi chiazze di sabbia e banchi di posidonia, rare le rocce. Spingendosi, invece, verso i due promontori che chiudono la baia di San Martino, il fondale cambia; molte più rocce e profondità sino ai 25/30 metri.

Orate, saraghi, pagelli e tracine, sono le prede più comuni, mentre nel locale porticciolo, bisogna segnalare, spigole da infarto, sia a fondo con il vivo, che a galla con il gamberetto.

La notte i grossi gronghi non si fanno attendere innescando la sardina o il calamaro, mentre di giorno, il verme di rimini, bibi e i murici, sono consigliati per le orate di taglia presenti durante la primavera e l’estate, sino all’autunno inoltrato. San Martino è discretamente riparata dai venti di sud est e da quelli di bora, completamente aperta a sud ovest e a nord ovest.
Caratteristica è la fossa al centro della baia, circa 55/60 metri, usata un tempo come tonnara.